Caldo da record nel 2016: hai già pensato al tuo nuovo raffrescatore evaporativo?

13 Febbraio 2017

Caldo da record nel 2016: hai già pensato al tuo nuovo raffrescatore evaporativo?

Le temperature registrate lo scorso anno hanno raggiunto livelli record, superando il 2014 e 2015, fino a questo momento ai primi posti nella classifica degli ultimi due secoli. 

Come difendersi dal caldo, anticipando ciò che potrà accadere la prossima estate? Acquista un raffrescatore evaporativo: la scelta intelligente che ti permetterà di affrontare la calda sfida estiva in ambienti indoor e outdoor.

2016: l’anno più caldo di sempre

Nel 2016 la temperatura globale registrata (sulla terraferma e sulla superficie oceanica) ha superato di 0,94 gradi centigradi la media raggiunta nel XX secolo. Solo nel mese di dicembre la temperatura sul globo ha raggiunto gli 0,79 gradi in più della media finora registrata, a partire dal 1880 (anno in cui sono iniziate le misurazione termiche sul pianeta Terra).

Da tempo ormai si parla del riscaldamento globale come una vera e propria minaccia per l’ambiente e la vita sulla terra. A fronte di questi risultati la situazione è senz’altro preoccupante.

Contrastare il pericolo dinamico

Durante la Conferenza di Parigi (Cop 21) la comunità internazionale aveva sottoscritto un accordo che impegna gli Stati membri a limitare l’aumento della temperatura globale: sotto i due gradi nei prossimi anni ed entro il grado e mezzo entro la fine del secolo.

L’utilizzo di fonti di energia rinnovabili e alternative può dare una mano e migliorare la situazione; tuttavia, perché questo avvenga, è necessario cambiare insieme, attuando comportamenti sostenibili che rispettano l’ambiente.

Attenzione ai tradizionali impianti di condizionamento

Data la situazione critica, il pensiero vola già alla prossima estate. Come affrontare il possibile caldo estivo e le altissime temperature che potrebbero causare ancor più disagi e problemi a cose e persone?

L’acquisto di un climatizzatore sembra la soluzione più scontata. Tuttavia, meglio fare attenzione alle conseguenze. Un tradizionale impianto di condizionamento può risultare spesso inadeguato per il raffrescamento di grandi volumi d’aria. Inoltre, implica molti vincoli: l’aria fresca che fuoriesce dal condizionatore è prodotta utilizzando gas refrigeranti, tossici per l’atmosfera e costosi per  il portafoglio!

Raffrescatori evaporativi: scegli l’aria fresca sostenibile ed economica

Che ne dici di cambiare aria scegliendo un raffrescatore evaporativo? L’aria fresca che giova a te, purifica l’ambiente e non utilizza fluidi refrigeranti ne gas contenenti CFC dannosi per l’atmosfera. Non solo: l’unica energia elettrica utilizzata da un raffrescatore evaporativo è quella necessaria per azionare il ventilatore!

Efficace anche con porte e finestre aperte, garantisce un ricambio d’aria nell’ambiente fino a 25 volte in un’ora. L’aria fresca in uscita da un raffrescatore evaportativo è anche più pulita e ricca di ossigeno.

Sei curioso di scoprire come funzionano i raffrescatori adiabatici  e i vantaggi  per te e l’ambiente in cui vivi? Non aspettare l’estate! Procurati al più presto un raffrescatore portatile o richiedi l’installazione di unimpianto fisso.

Goditi la tua aria fresca, ecologica ed economica! 

Aquarial

Numero 1 in Italia

Socaf, fondata nel 1982, e vincitrice del Premio Industria Felix 2018, che la riconosce come la Migliore Piccola impresa della provincia di Bergamo, è attiva da 15 anni anche nel settore del raffrescamento evaporativo con il marchio Aquarial, leader del settore. La consolidata esperienza di Aquarial è il punto di forza dell’azienda, oggi numero 1 in Italia per il raffrescamento evaporativo. Oltre 2.000 clienti soddisfatti, tra cui più di 700 per impianti di raffrescamento fissi distribuiti come evidenziato in mappa.