Il raffrescamento di serre e vivai: umidità sotto controllo

21 Luglio 2015

Il raffrescamento di serre e vivai: umidità sotto controllo

Il raffrescamento adiabatico è utile anche all’interno di una serra? Soprattutto in zone dal clima molto secco, i raffrescatori evaporativi incidono sulla produzione e la qualità dei prodotti stessi, nonostante condizioni ambientali e microclima indoor non favorevoli.

Serre, piccoli microclimi

La temperatura in una serra o in un vivaio è di norma superiore a quella esterna. Proprio da questo concetto prende nasce il fenomeno “effetto serra”, famoso nelle zone più umide della Terra, soprattutto durante il periodo estivo.
Anche all’interno delle serre, in estate, c’è “bisogno di fresco”; il troppo caldo, infatti, causerebbe parecchi problemi rallentandone l’attività e generando cali produttivi. Il microclima di una serra costituisce una dimensione a se stante, creata appositamente per più famiglie di piante e in cui è fondamentale garantire controllo e pronto intervento.

Fattori di rischio

All’interno delle serre esiste un equilibrio dato dal controllo di più elementi. Il ricambio d’aria è necessario per regolare:

  • concentrazione di CO2 e ossigeno;
  • temperatura;
  • umidità.

Ognuno di questi elementi, infatti, incide sulla produttività della serra e sulla qualità di tutte le famiglie di prodotti: funzioni vitali dei vegetali, vita delle piante e loro crescita.
Sono inoltre responsabili di traspirazione, fotosintesi, fecondazione dei fori e se non equilibrate possono generare malattie, fino a causare la morte delle specie.

Umidificazione a nebbia: l’altra faccia del raffrescamento adiabatico

Il tetto della serra, a seconda del materiale di cui è costituito, assorbe la radiazione del sole. Surriscaldamento e sovraccarico di calore devono essere eliminati, riportando la temperatura a livello ottimale. Ricorrere a raffreddamento tramite condizionatori, compressori o pompe di calore prevede costi troppo elevati.

I sistemi di umidificazione a nebbia agiscono tramite evaporazione che raffredda la serra per il principio di raffrescamento adiabatico, umidificando anche l’ambiente in caso di bassa umidità ed evitando così la disidratazione delle colture. Il nuovo microclima generato è ideale per le specie vegetali più delicate sulle quali è rischioso intervenire con altri metodi più aggressivi.

Vantaggi dell’umidificazione-raffrescamento

Costi contenuti e installazione semplice e veloce sono solo due dei vantaggi che i sistemi di umidificazione-raffrescamento portano in una serra. Ci sono tanti altri benefit:

  • aumento della produttività totale;
  • mantenimento dell’umidità costante;
  • microclima favorevole tutto l’anno;
  • meno consumo di acqua per l’irrigazione;
  • poca necessità di ombreggiatura.

Anche nel caso di serre e vivai il raffrescamento adiabatico vince la sua sfida!