Tu sei qui

Raffrescamento evaporativo adiabatico: come funziona?

Raffrescamento evaporativo adiabatico: come funziona?

Il raffrescamento evaporativo adiabatico è il più antico sistema conosciuto di rinfrescamento degli ambienti e si basa sul principio fisico dell'acqua che evaporando abbassa la temperatura dell'ambiente circostante.

In fisica è detto adiabatico il processo di trasformazione fisica delle variabili macroscopiche di un sistema termodinamico (pressione, temperatura, volume) da uno stato fisico ad un altro senza scambi di calore con l'ambiente.

In sostanza, il raffrescamento evaporativo adiabatico è un processo adiabatico costituito dallo scambio di energia tra acqua e aria: l’energia necessaria per far evaporare l’acqua viene prelevata dall’aria che perde parte della sua temperatura.

Calore sensibile e calore latente 

L'energia posseduta dall'aria si compone infatti di due parti: il calore sensibile, ovvero quello che percepiamo e che viene quantificato attraverso la misurazione della temperatura  e il calore latente, ovvero l'energia che viene utilizzata per far evaporare l'acqua contenuta nell'aria sotto forma di vapore.

La refrigerazione tramite evaporazione garantita dai raffrescatori evaporativi adiabatici Aquarial consiste nello scambio di energia tra acqua e aria: il calore necessario per far evaporare l'acqua viene sottratto all'aria che vede così ridursi la propria temperatura.

Il sistema di raffrescamento evaporativo adiabatico dei raffrescatori Aquarial aumenta quindi il calore latente a scapito del calore sensibile, senza apporto di energia esterna.

Funzionamento pratico di un raffrescatore evaporativo

Un raffrescatore evaporativo adiabatico Aquarial è composto da:

-un pannello evaporante o pannello di raffreddamento evaporativo

-un sistema di distribuzione dell’acqua fredda per mantenere costantemente bagnati i pannelli

-un ventilatore interno che aspira l’aria e la convoglia contro il pannello evaporante per restituirla all’ambiente rinfrescata e purificata

Il ventilatore posto all’interno del raffrescatore evaporativo adiabatico, aspira l'aria dall'ambiente; una volta aspirata, l’aria attraversa il pannello evaporante, un pannello di cellulosa costantemente bagnato da un impianto di distribuzione e pompaggio dell'acqua. Attraversando gli alveoli impregnati d'acqua del pannello evaporante, l'aria si raffredda cedendo calore all'acqua, che evapora. Si crea così il sistema di raffrescamento evaporativo adiabatico.

All'uscita dei raffrescatori evaporativi adiabatici, l'aria sarà più fresca, pulita e depurata da cattivi odori, germi o particelle aerotrasportate, per un ambiente rinfrescato in modo economico ed ecologico.
Al termine del funzionamento il raffrescatore evaporativo adiabatico Aquarial scarica l’acqua residua contenuta al suo interno, per evitare ogni ristagno.

Raffrescatore evaporativo: scegli tra impianti fissi o mobili

Con un raffrescatore evaporativo adiabatico Aquarial di Socaf puoi garantirti un costante flusso d’aria fresca in ambienti caldi e sgradevoli, su misura per le vostre esigenze, il vostro spazio e le vostre tasche: impianti fissi o mobili, con formula d’acquisto, noleggio o noleggio con opzione d’acquisto, per singoli eventi o per tutta la stagione. 

Un raffrescatore evaporativo industriale fisso sostituisce in modo efficace ed efficiente un tradizionale impianto di condizionamento, dal punto di vista della gestione, del funzionamento e dei costi di installazione. Inoltre, diffonde aria fresca anche in caso di ambienti con porte e finestre aperte.

Un raffrescatore evaporativo mobile ha la possibilità di essere posizionato nel punto di maggior interesse, in luoghi particolarmente soggetti a surriscaldamento ed è un prodotto ideale in spazi aperti. 
Rinfresca in modo ecologico la tua estate! Con un raffrescatore evaporativo Aquarial puoi scegliere aria fresca su misura

 

Stai fresco con il tuo raffrescatore evaporativo, al resto pensa Aquarial!