Come riscaldare un capannone con CaldoFacile

01 Dicembre 2020

Come riscaldare un capannone con CaldoFacile

Quali sono gli elementi fondamentali da considerare quando si deve riscaldare un’officina, un laboratorio o un magazzino logistico? Ecco i consigli di CaldoFacile su come riscaldare un capannone industriale.

 

Le temperature si sono ormai abbassate e per molti è necessario e imminente trovare una soluzione definitiva e ad alta resa per combattere il freddo della stagione invernale. Una delle domande che riceviamo più spesso è “Come riscaldare un capannone di ampie dimensioni adibito alla produzione o allo stoccaggio delle merci?”. È chiaro che per rendere questi ampi ambienti confortevoli dal punto di vista del calore, anche durante l’inverno, è necessario ricorrere a soluzioni alternative rispetto ai classici impianti di riscaldamento.

Infatti, i sistemi di riscaldamento alimentati a GPL, gas metano o gasolio non sono particolarmente adatti agli ambienti industriali e artigianali perché, date le loro dimensioni estese sia in larghezza che in altezza, porterebbero alle stelle i costi di riscaldamento. Inoltre, sono inadatti ai locali con fiamme libere che, in aggiunta, sono soggetti a vincoli.

Sicuramente il miglior impianto presente sul mercato, per riscaldare un capannone che richiede aria calda per numerose ore al giorno, è quello ad accelerazione ionica, che consiste nell’installazione di aerotermi abbinati a miscelatori d’aria.

 

Perché scegliere il riscaldamento ad accelerazione ionica di CaldoFacile?

Il sistema ad accelerazione ionica CaldoFacile è la soluzione ideale per tutti quei capannoni, magazzini, locali di stoccaggio, laboratori artigianali, officine, allevamenti, serre, spazi per esposizioni e locali con vincoli sulle fiamme libere che, per l’ampiezza della loro struttura, richiedono un sistema di riscaldamento ad alta resa ed economico al tempo stesso. 

Gli aerotermi, infatti, sono completamente elettrici, a basso consumo e adatti a riscaldare tutti quei locali, ad uso industriale o artigianale, composti da uno o più moduli e con pareti in cemento armato o acciaio. Inoltre, spesso questi ambienti non sono coperti o rimangono aperti per diverse ore: si pensi a un’officina o a un locale di stoccaggio dotati di un tradizionale impianto di riscaldamento, in poco tempo tutto il calore accumulato all’interno fuoriuscirebbe. 

Gli aerotermi, invece, sfruttando il principio fisico dell’accelerazione ionica, generano una ventilazione d’aria calda costante e raggiungono velocemente la potenza calorifera richiesta, molto più di una normale caldaia a gas, mantenendo il corretto livello di temperatura. 

Come riscaldare un capannone alto più di 4 metri? Quando i locali industriali o artigianali ospitano grandi macchinari o al loro interno devono accedere mezzi pesanti, l’altezza dei magazzini o delle officine è spesso superiore ai 4 metri. In questi casi, il consiglio di CaldoFacile è quello di abbinare all’installazione degli aerotermi anche quella dei destratificatori d’aria, che hanno la funzione di far circolare l’aria nell’ambiente in modo globale e continuo, impedendo la formazione di strati di aria a diverse temperature e umidità.

 

Riduzione dei consumi e della manutenzione 

Installare un impianto ad accelerazione ionica è semplice e veloce, perché non richiede alcun permesso e necessita solamente la presenza di un elettricista. Tra i vantaggi principali dell’adozione di questo sistema di riscaldamento c’è sicuramente un risparmio immediato e verificabile in bolletta che va dal 20% al 40% rispetto al costo normalmente sostenuto con le abituali fonti energetiche impiegate, come gasolio, gas metano o GPL.

Un altro importantissimo beneficio derivante dall’installazione degli aerotermi riguarda l’assenza di emissioni dell’impianto, che implica l’eliminazione di qualsiasi manutenzione annuale obbligatoria sugli impianti termici e va a beneficio dell’ambiente in un’ottica di eco-sostenibilità. 

Vuoi maggiori informazioni su come riscaldare un capannone? Visita il sito e scopri tutti i vantaggi dell’impianto ad accelerazione ionica, per riscaldare efficacemente ogni zona produttiva e di stoccaggio.

Richiedi informazioni