Afa negli allevamenti? Il raffrescamento evaporativo è la soluzione

20 Giugno 2014

Afa negli allevamenti? Il raffrescamento evaporativo è la soluzione

L’allarme arriva dalla Coldiretti: il caldo estivo, arrivato la scorsa settimana in Italia, stressa gli animali e riduce le produzioni. ​

É stress da caldo soprattutto per gli animali da allevamento: negli allevamenti di galline e di mucche sono già scattate le misure anti afa e gli abbeveratoi lavorano a pieno ritmo. Con l’aumento delle temperature, negli allevamenti di bovini ogni animale arriva a bere fino a 140 litri di acqua al giorno contro i 70 dei periodi più freschi.  Mucche e galline risentono del caldo improvviso riducendo la produzione di latte e uova: negli allevamenti avicoli i picchi di caldo hanno fatto registrare un calo fra il 5 e il 10 per cento nella deposizione delle uova.

Per le mucche il clima ideale è fra i 22 e i 24 gradi, oltre questo limite gli animali mangiano poco e bevono molto, producendo meno latte. I maiali invece, se le temperature superano la soglia dei 28 gradi, cominciano a soffrire e a mangiare fino al 40 per cento in meno della razione giornaliera.

Una situazione che determina un aumento dei costi negli allevamenti, sia per i maggiori consumi di acqua che per l’energia necessaria per tenere al fresco gli animali.

raffrescatori evaporativi Aquarial di Socaf, sia fissi che portatili, sono l’alternativa economica ed ecologica per raffrescare stalle e allevamenti portando sollievo agli animali e agli operatori.

Funzionanti con porte e finestre aperte o all'esterno, i raffrescatori evaporativi Aquarial, oltre ad abbassare la temperatura all’interno degli allevamenti, garantiscono un continuo ricambio d’aria e la purificano da polveri e pulviscolo aerotrasportato.

Non farti cogliere impreparato dal caldo estivo, installa un impianto di raffrescamento evaporativo Aquarial nel tuo allevamento o nella tua stalla e proteggi i tuoi animali e le tue produzioni.

Scopri di più sul nostro sito.