Expo 2015: con i raffrescatori evaporativi l’Austria porterà l’aria dei suoi boschi a Milano

22 Aprile 2014

Expo 2015: con i raffrescatori evaporativi l’Austria porterà l’aria dei suoi boschi a Milano

“La prima energia che serve per vivere è l’aria che respiriamo”, ha detto il console generale austriaco Michael Berger presentando a Milano il concept del padiglione che rappresenterà l'Austria ad Expo 2015.  Il padiglione, intitolato «Respira l’Austria», in omaggio al tema dell’Esposizione Universale “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”, sarà uno spazio aperto, un’oasi di tranquillità  dall’atmosfera rilassante.

"Porteremo nell’area quanto di più buono abbiamo in Austria, ha aggiunto Josef Pröll, commissario austriaco per l’Expo 2015, a cominciare dall’aria dei nostri boschi".

Il Padiglione sarà uno strumento percettivo, il luogo dove vivere in diretta e con profondità l’esperienza della natura , ha spiegato il progettista, l’architetto di Graz Klaus Loenhart. L’area espositiva sarà allestita con unafitta piantumazione che alimenterà di ossigeno il Padiglione: 62,5 chili di ossigeno puro ogni ora, pari al fabbisogno di 1.800 persone. Il resto lo faranno tecnologia e innovazione: insieme all’acqua nebulizzata nell’area di ingresso, l'effetto freschezza sarà assicurato da un impianto di raffrescamento evaporativo che, insieme alle piante, garantirà una temperatura di almeno 5 gradi inferiore rispetto a quella esterna.

Grazie ai raffrescatori evaporativi l'Austria porterà all'Expo milanese la freschezza dei suoi boschi!