Raffrescamento evaporativo per aziende agricole e allevamento

30 Luglio 2015

Raffrescamento evaporativo per aziende agricole e allevamento

GIOVEDÌ, LUGLIO 30, 2015

Il caldo africano che ha colpito la nostra penisola nell’ultimo mese non è solo un pericolo per la salute dell’uomo, ma anche per quella dei bovini, dei suini e degli animali da allevamento in aziende agricole. Con gli impianti di raffrescamento evaporativo adiabatici, più economici ed ecologici, mantieni la produttività senza rischi e danni per gli animali.

Bovini e suini: produttività a rischio in aziende agricole

Gli effetti delle recenti temperature troppo alte stanno già impattando sul settore dell’allevamento in aziende agricole e conseguentemente sul settore alimentare. Se si pensa che per i bovini le temperature ideali sono comprese tra i 22°C e i 24°C e per i suini le situazioni di criticità si manifestano già intorno ai 28°C, è chiaro come la situazione stia diventando allarmante. Le mucche consumano il 10% in meno di mangime e bevono il doppio della quantità solita di acqua (140 l contro i 70 l soliti), producendo quindi molto meno latte. Le condizioni in cui si trovano i suini sembrano essere ancora più drammatiche; questi animali hanno un sistema di termoregolazione poco efficiente: non sono dotati un sistema di sudorazione, ma possono espellere il calore corporeo esclusivamente aumentando la frequenza respiratoria e umidificando il corpo coricandosi sul suolo bagnato.

La soluzione che raffresca le stalle di aziende agricole

Il raffrescamento evaporativo può rappresentare la soluzione all’alta tempearatura nelle stalle: l’aria calda, prima di entrare nel fabbricato dell’azienda agricola, attraversa dei filtri di materiale poroso costantemente umidi e cede una parte del proprio calore per l’evaporazione dell’acqua. Questo processo di raffrescamento evaporativo adiabatico consente di mantenere le temperature interne fino a 10°C inferiori rispetto a quelle esterne. Inoltre, le temperature che si ottengono con il raffrescamento evaporativo sono di 6°C inferiori rispetto a quelle ottenibili con la semplice ventilazione.
Nelle aziende agricole gli effetti benefici del raffrescamento evaporativo si possono notare non soltanto per allevamenti di suini e bovini, ma anche per quanto riguarda gli allevamenti di pollame. Riducendo la temperatura mediante raffrescamento evaporativo infatti, le galline producono ogni uovo consumando il 12% in meno di alimenti.

Aquarial è intervenuta presso l’Azienda Agricola Cipolla Antegnate (Bg) installando un raffrescatore evaporativo adiabatico fisso AQU 30.000, ideale per grandi spazi industriali.
L’azienda agricola, di buone dimensioni, conta più di 1200 capi di bestiame e ha potuto così affrontare la difficile situazione a cui erano costretti gli animali nella stalla, combattendo il caldo torrido ed eliminando il rischio di calo produttivo e difficoltà di gestione delle normali attività dell’azienda. Il costante ricambio d’aria ha reso l’ambiente di lavoro più salubre e sicuro per il bestiame e la sicurezza del personale.

Aquarial

Numero 1 in Italia

Socaf, fondata nel 1982, e vincitrice del Premio Industria Felix 2018, che la riconosce come la Migliore Piccola impresa della provincia di Bergamo, è attiva da 15 anni anche nel settore del raffrescamento evaporativo con il marchio Aquarial, leader del settore. La consolidata esperienza di Aquarial è il punto di forza dell’azienda, oggi numero 1 in Italia per il raffrescamento evaporativo. Oltre 2.000 clienti soddisfatti, tra cui più di 700 per impianti di raffrescamento fissi distribuiti come evidenziato in mappa.